Relazione al Parlamento 2015 sullo stato di attuazione delle strategie attivate per fronteggiare l'infezione da HIV (articolo 8, comma 3, legge 5 giugno 1990, n. 135)

A cura di Ministero della Salute

Anno 2016

Abstract
Secondo i dati dell'ultimo report UNAIDS, nel 2015 ci sono state, in tutto il mondo, oltre 2 milioni di nuove diagnosi di infezione da HIV e sono 36,7 milioni le persone che vivono con l'infezione da HIV.
Gli ultimi dati forniti dall'ECDC (Centro Europeo per il controllo delle Malattie), riferiti al 2014, riportano circa 30.000 nuove diagnosi di infezione da HIV nei 31 paesi dell'Unione Europea e European Economic Area (EU/EEA).
L'Italia, con un'incidenza del 6,1 per 100.000 abitanti nel 2014, si posiziona al 12° posto rispetto ad altri paesi dell'Europa occidentale, mostrando un andamento stabile negli ultimi 5 anni.
L'HIV, pertanto, continua a rappresentare un grave problema di sanità pubblica a livello globale.
Dalla prima metà degli anni Ottanta la sorveglianza della sindrome da immunodeficienza acquisita (acquired immune deficiency syndrome, AIDS) ha rappresentato l'elemento chiave per guidare gli sforzi nazionali nel controllo dell'epidemia di HIV/AIDS, dando indirizzi e indicazioni per i programmi di prevenzione e per la gestione appropriata dei servizi sociosanitari.

Periodo di riferimento 2015

Periodicità annuale

Download


Data di pubblicazione: 22 novembre 2016 , ultimo aggiornamento 20 marzo 2017

Consulta le pubblicazioni di Hiv e Aids

Vai all'archivio completo delle pubblicazioni