Parere CNSA n. 14 sul rischio legato alla presenza di acido erucico negli alimenti e nei mangimi

A cura di Ministero della salute, CNSA

Anno 2015

Abstract
A seguito della call dell'EFSA del 27 marzo 2015, relativa alla raccolta dati finalizzata alla rivalutazione del rischio per la salute umana e animale legato alla presenza di acido erucico in alimenti e mangimi, il CNSA ha ritenuto opportuno fornire un contributo nazionale. In particolare, sulla base dei dati disponibili, ritiene che i limiti massimi di acido erucico stabiliti con Regolamento comunitario  andrebbero riconsiderati, in particolare per quanto riguarda l’esposizione alimentare di lattanti e bambini, e auspica una caratterizzazione più precisa della quantità di acido erucico negli alimenti e mangimi, nonché la raccolta di ulteriori dati in Europa, in particolare per quanto riguarda la prima infanzia, l’acquisizione di dati clinici relativi all’eventuale tossicità nell’uomo e negli animali da reddito, e un approfondimento sul contenuto di acido erucico nei mangimi.

Download


Data di pubblicazione: 4 novembre 2015 , ultimo aggiornamento 2 maggio 2018