Sei in: Home > 3. Organizzazione e gestione dei controlli ufficiali > Sanità Animale - Riproduzione > Stazioni di fecondazione pubblica, centri di produzione di materiale seminale, gruppi di raccolta embrioni, gruppi di produzione embrioni e recapiti - Ispezioni e accertamenti sanitari dei riproduttori maschi e degli allevamenti suinicoli con fecondazione artificiale

Stazioni di fecondazione pubblica, centri di produzione di materiale seminale, gruppi di raccolta embrioni, gruppi di produzione embrioni e recapiti - Ispezioni e accertamenti sanitari dei riproduttori maschi e degli allevamenti suinicoli con fecondazione artificiale

FONTE: Ministero della Salute

Ispezione delle stazioni di fecondazione pubblica, dei centri di produzione di materiale seminale, dei gruppi di raccolta embrioni, dei gruppi di produzione embrioni e dei recapiti e accertamenti sanitari dei riproduttori maschi e degli allevamenti suinicoli con fecondazione artificiale
(Legge 30/91 “disciplina della riproduzione animale”, D.M. 19 luglio 2000, n. 403, art. 38 (controlli sanitari), comma 1)

Tipologia: 4B Controlli ufficiali previsti da norme nazionali e/o comunitarie, diversi dai Piani specifici comunitari, con organizzazione centrale  e programmazione regionale.

 


AC Centrali:

Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali

Ruoli:

Vigilanza sulla regolare applicazione delle norme di riferimento

 

Ministero della salute

Ruoli:

Vigilanza sulla regolare applicazione delle norme di riferimento attraverso l'emanazione di norme sanitarie in materia di:

- prelievo, preparazione e conservazione del materiale seminale
- raccolta, trattamento e immagazzinamento degli oociti e degli embrioni
- ammissione degli animali nei centri genetici
- requisiti sanitari di animali donatori

 

AC Regionali:

Assessorato all’agricoltura e assessorati alla sanità delle Regioni e Province autonome

Ruoli:

Rilascio dell’autorizzazione ad attività di:

- monta naturale pubblica
- inseminazione artificiale
- raccolta e produzione di embrioni ed oociti

 

AC Locali:

Dipartimenti veterinari delle Aziende sanitarie locali

Ruoli:

Verifica, vigilanza e controllo effettuate da parte dei veterinari ufficiali per valutare la persistenza dei requisiti normativi e sanitari necessari per il proseguimento dell’attività autorizzata.

 

Laboratori:

Istituti zooprofilattici sperimentali

Ruoli:

Supporto al controllo ufficiale per eventuali indagini sierologiche.

 


Categorizzazione degli eventuali rischi e modalità di applicazione delle categorie di rischio

Effettuata in base al quadro dei controlli permanenti sulle condizioni di riconoscimento e sorveglianza

 

Frequenza (o criteri per stabilire frequenza)

Come richiesto dalla normativa di riferimento:

Almeno una volta l’anno su base normativa per:

- stazioni di fecondazione pubblica
- recapiti
- allevamenti suinicoli(che praticano I.A. in ambito aziendale)

Almeno due volte l’anno su base normativa per:

- centri produzione materiale seminale
- gruppi raccolta embrioni
- centri produzione embrioni

 

Luogo e momento del controllo

Controllo presso la sede operativa delle strutture autorizzate

 

Metodi e tecniche

Ispezione e campionamento in azienda

 

Provvedimenti sanitari; sanzioni amministrative; sanzioni penali

In caso di riscontro di non conformità sospensione o revoca dell’autorizzazione

 

Modalità rendicontazione, verifica e feedback

I dati dei controlli sono aggregati a livello regionale ed inviati al Ministero della salute ed al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

 


Data di pubblicazione: 1 gennaio 2015

Tag associati a questa pagina: Riproduzione animale


Condividi:

  • Facebook