Sei in: Home > 3. Organizzazione e gestione dei controlli ufficiali > Alimenti - Importazioni e Scambi > Scambi intracomunitari di prodotti di origine animale - Controlli veterinari

Scambi intracomunitari di prodotti di origine animale - Controlli veterinari

FONTE: Ministero della Salute

Scambi Intracomunitari - Controlli Veterinari su Prodotti di Origine Animale
Direttiva 89/662/CEE (D.Lgs 28/93)

Macroarea: ALIMENTI           
Settore: Importazioni e scambi

Tipologia: 4A - Controlli ufficiali previsti da norme nazionali e/o comunitarie, diversi dai Piani specifici comunitari, con organizzazione e programmazione centrali


AC Centrali:

Ministero della Salute –  Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari - Uff. VIII

Ruoli:

Raccolta informazioni e dati attraverso il sistema informativo SINTESIS e predisposizione della relazione sulle attività di controllo disposte dagli UVAC.

 

Ministero della Salute –  Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari - UVAC

Ruoli:

Disposizione dei controlli da effettuare. Questo tipo di attività di controllo è programmata attraverso il sistema informativo SINTESIS e, conformemente alla normativa comunitaria, viene effettuato a sondaggio e in maniera non discriminatoria.

 

AC Regionali:

Servizi veterinari regionali

Ruoli:

Coordinamento attività dei Servizi veterinari delle ASL

 

AC Locali:

Servizi veterinari delle ASL

Ruoli:

Effettuazione dei controlli

 

Laboratori

Istituto Superiore di Sanità

Ruoli:

Analisi di revisione

 

Istituti Zooprofilattici Sperimentali

Ruoli:

Analisi dei campioni

 


Categorizzazione degli eventuali rischi e modalità di applicazione delle categorie di rischio

L’attività di controllo “disposta” dagli UVAC  è effettuata a sondaggio e in maniera non discriminatoria fermo restando l’adozione di misure di controllo rafforzate in caso di accertamento o sospetto di rischio sanitario.

 

Frequenza (o criteri per stabilire frequenza)

Non esiste una frequenza prestabilita. In caso di risultati sfavorevoli si dispongono controlli con blocco della merce sulle successive 5 partite di medesima tipologia e provenienza.

 

Luogo e momento del controllo

Luogo: Struttura (es. stabilimento, distributore etc.) di prima destinazione delle partite provenienti dalla UE. Momento: all’atto dell’introduzione nella struttura di prima destinazione

 

Metodi e tecniche

Ispezioni, campionamento per analisi, controllo documentale.

 

Provvedimenti sanitari; sanzioni amministrative

Rispedizione al di fuori del territorio nazionale o distruzione in caso di non conformità delle partite alle norme sanitarie comunitarie. Sanzioni per mancata registrazione/convenzione degli operatori presso l’UVAC e/o mancata prenoti fica dell’arrivo delle merci in ottemperanza agli obblighi previsti dall’art.lo 13 bis del decreto legislativo 30 gennaio 1993 , n. 28. 

 

Modalità rendicontazione, verifica e feedback

Sistema informatico nazionale: SINTESIS
Sistema informatico comunitario: TRACES.
Nessun flusso informativo programmato. Se necessario vengono impartite istruzioni su eventuali misure correttive e raccomandazioni.


Data di pubblicazione: 1 gennaio 2015

Tag associati a questa pagina: Alimenti di origine animaleScambi intracomunitariSicurezza alimentare


Condividi:

  • Facebook