Paratubercolosi - Centro di Referenza Nazionale

FONTE: Centri di Referenza Nazionali (CRN)

CRNper la Paratubercolosi

Sede:
Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna, Sezione di Piacenza
Strada Faggiola 1
Gariga di Podenzano (PC)

Numero di accreditamento:
0148P

Responsabile:
Norma Arrigoni

Contatti: 
norma.arrigoni@izsler.it

Sito web:
http://www.izsler.it/izs_bs/s2magazine/index1.jsp?idPagina=441

Decreto di istituzione del CRN:
D.M. 13 febbraio 2003 (G.U. n.81 del 7.4.2003)

 



Obiettivi, scopi e finalità del Centro di Referenza Nazionale:
Compiti e finalità previste dal D.M. 4 ottobre 1999, art. 2.

Attività di analisi:
Analisi

Modalità di pianificazione e organizzazione delle prove interlaboratorio e di confronto:
Il Centro di Referenza organizza regolarmente circuiti di prove valutative (proficiency test), rivolti ai laboratori degli IIZZSS che eseguono:

  • diagnosi diretta della Paratubercolosi mediante coltura e/o PCR (anni dispari)
  • diagnosi sierologica di Paratubercolosi mediante ELISA e/o AGID (anni pari)


Modalità di iscrizione attraverso il sito dell’IZSLER

All’interno del sito IZSLER (www.izsler.it), è stata attivata, alla voce Servizi - Servizi online - Prove valutative, un’apposita area per la gestione dei ring test organizzati dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna.
L’iscrizione al ring test viene effettuata tramite il sito, previo inserimento dei propri dati anagrafici, oppure accedendovi direttamente tramite il link riportato nella mail di invito.


Identificazione dei Laboratori partecipanti

Al fine di garantire la riservatezza, i Laboratori vengono identificati con un codice numerico univoco. Il codice viene generato automaticamente e reso noto al momento dell'inserimento dei dati in anagrafica.


Composizione del pannello di campioni

Il pannello di campioni da esaminare è composto da campioni negativi e positivi a diverso livello di positività (bassa, media, alta), in doppio cieco.


Trasmissione e valutazione dei risultati

La trasmissione dei risultati deve avvenire tramite il sito appositamente predisposto.
I laboratori possono eseguire l’upload del Metodo di prova, ai fini del monitoraggio dei metodi di prova utilizzati sul territorio e anche per migliorare l’analisi dei risultati.
I risultati devono essere inseriti nel sito entro la data indicata nella scheda di istruzioni e comunicata ai laboratori per posta elettronica.
Entro i 10 giorni successivi alla scadenza prevista per l’invio dei risultati, viene pubblicata sul sito una tabella (in forma anonima) con i risultati attesi e la relativa decodifica, in modo da permettere ai laboratori partecipanti la rapida gestione delle eventuali non conformità.
I risultati vengono analizzati mediante le tecniche statistiche descritte nel paragrafo successivo ed il rapporto completo di valutazione viene pubblicato sul sito, a disposizione dei laboratori partecipanti, entro 30 giorni dalla data prevista di scadenza per l’invio dei risultati. I laboratori partecipanti ricevono una mail di avviso per ogni documento che viene pubblicato sul sito.


Data di pubblicazione: 1 gennaio 2015, ultimo aggiornamento 22 luglio 2016

Tag associati a questa pagina: Malattie degli animaliRuminanti


Condividi:

  • Facebook