Sei in: Home > 2. Autorità competenti e Laboratori Nazionali di Riferimento > B. Laboratori Nazionali di Riferimento > Latte - Centro di Referenza Nazionale per la qualità del latte bovino

Latte - Centro di Referenza Nazionale per la qualità del latte bovino

FONTE: Centri di Referenza Nazionali (CRN)

CNR per la Qualita’ del latte bovino

Sede:
Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell'Emilia Romagna "Bruno  Ubertini"
Via Bianchi, 9
25124 Brescia

Numero di accreditamento:
0148

Responsabile:
Giuseppe Bolzoni

Contatti:
Tel: 030 2290541
Fax: 0302290537
e-mail: crn.qualita.latte@izsler.it
e-mail: giuseppe.bolzoni@izsler.it

Siti web:
www.izsler.it/
http://www.izsler.it/izs_bs/s2magazine/index1.jsp?idPagina=399

Decreto di istituzione del CRN:
D. Min. 08 Maggio 2002 (G.U. serie generale n° 118 del 2/05/2002)

 



Obiettivi, scopi e finalità del Centro di Referenza Nazionale:
Generali:

  • Riferimento tecnico-scientifico per i Laboratori Latte degli IIZZSS con particolare riferimento alle attività analitiche relative alla qualità igienico-sanitaria del latte;
  • coordinamento della raccolta, elaborazione e gestione dei dati analitici relativi alle caratteristiche qualitative del latte italiano;
  • funzione di coordinamento IIZZSS per le attività analitiche sul latte, e di collegamento con Organismi nazionali (Ministero, I.S.S.) o internazionali ( Lab. Com. Rif. ANSES) operanti nel settore.

Particolari:

  • Analisi di conferma per diagnostica agenti patogeni in ambito di sanità animale (mastite) o di determinazioni analitiche ripetibili di tipo qualitativo su latte e derivati ;
  • monitoraggio delle antibiotico resistenze di germi mastitogeni;
  • sperimentazione, Stesura, Validazione di metodi di prova ; standardizzazione delle metodiche analitiche applicate dagli IIZZSS;
  • produzione, validazione e distribuzione di materiali di riferimento certificati o di campioni pilota, per il controllo della taratura degli strumenti analitici;
  • organizzazione di prove interlaboratorio
  • organizzazione/partecipazione ad attività di formazione, aggiornamento professionale ed addestramento tecnico rivolte prevalentemente ad operatori alimentari del settore lattiero-caseario, addetti di laboratorio, Veterinari del S.S.N.;  
  • gestione banche dati  analitici per Sistemi Informativi a valenza regionale o nazionale.


Modalità di pianificazione e organizzazione delle prove interlaboratorio e di confronto:

Il CNR organizza prove per alcune delle determinazioni analitiche tradizionalmente applicate sulla matrice latte. In ambito interno (IZLSER)  con cadenza annuale ( diagnosi mastite, ricerca sostanze inibenti).  In ambito nazionale con cadenza non regolare ( turnazione annuale) per vari metodi di prova ( es:  Carica Batterica Totale con strumenti a cella di flusso ,  Ricerca Residui di sostanze inibenti con kit commerciali,  Aflatossina M1 con Kit Elisa, Fosfatasi Alcalina nel latte con metodo di riferimento, Ricerca Str. agalactiae). Tali prove sono in parte utilizzate per la validazione dei materiali di riferimento prodotti dal Centro secondo ISO Guide 30-35.  Parte delle prove vengono organizzate in collaborazione con il LnR dell’ I.S.S. ( es fosfatasi, residui inibenti).

In quest’ambito è attiva la Collaborazione Scientifica con I.S.S. lab. naz. rif. per il latte e i prodotti a base di latte con il quale si sono realizzate molteplici prove interlaboratorio anche di valenza internazionale con la partecipazione del Lab. Com. RIf. Anses .

Il CNR partecipa inoltre a prove interlaboratorio internazionali organizzate dal Lab. Com. Rif. dell’ANSES ( es: Carica batterica, Fosfatasi in latte e formaggi)  nell’ambito della collaborazione scientifica in vigore con  Lab. Naz. Rif.

Attività di analisi:
L'elenco delle attività di analisi è riportato in allegato


Data di pubblicazione: 1 gennaio 2015, ultimo aggiornamento 22 luglio 2016

Tag associati a questa pagina: Alimenti di origine animaleRuminanti


Condividi:

  • Facebook