Sei in: Home > 2. Autorità competenti e Laboratori Nazionali di Riferimento > B. Laboratori Nazionali di Riferimento > Trichinella - Laboratorio Nazionale di Riferimento

Trichinella - Laboratorio Nazionale di Riferimento

FONTE: Laboratori Nazionali di Riferimento (LNR)

LNR per Trichinella

Sede:
Istituto Superiore di Sanità
viale Regina Elena 299
00161 Roma

Numero di accreditamento:
0689 come laboratorio di prova (ISO 17025/2005)
0005 come fornitore di prove valutative interlabortatorio (ISO 17043/2010)

Responsabile:
Edoardo Pozio

Contatti:
Tel: 06 49902304
Tel: 06 49902078
Tel: 06 49902310
email:edoardo.pozio@iss.it

Sito web: http://www.iss.it/crlp/

Atto di designazione del LNR ai sensi del Reg. (CE) n. 882/2004, art. 33:
Prot. UFF.VI ex DGVA/40694/P del 13/11/2006

Riconoscimenti internazionali:
Laboratorio di Referenze dell’Unione Europea per i parassiti (http://www.iss.it/crlp/)
Laboratorio di referenza dell’OIE per la trichinellosi (https://w3.iss.it/site/Trichinella/)
Laboratorio di referenza internazionale per Trichinella della Commissione Internazionale della Trichinellosi (https://w3.iss.it/site/Trichinella/)

 



Obiettivi, scopi e finalità del Laboratorio Nazionale di Riferimento per Trichinella:

  • collabora con il Laboratorio di Riferimento dell’Unione Europea per i Parassiti;
  • coordina, nell’ambito delle sue competenze, le attività dei laboratori ufficiali responsabili della ricerca di Trichinella nelle carni degli animali suscettibili;
  • organizza test comparativi tra i laboratori nazionali ufficiali e assicura il follow-up dei test comparativi effettuati;
  • assicura la trasmissione all’autorità competente e ai laboratori nazionali ufficiali delle informazioni fornite dal Laboratorio di Riferimento dell’Unione Europea per i Parassiti;
  • offre assistenza scientifica e tecnica al SSN per l’attuazione di piani di controllo coordinati adottati a norma dell’articolo 53;
  • conferma le positività per Trichinella riscontrate dai laboratori nazionali ufficiali;
  • identifica i parassiti isolati dalle carni a livello di specie;
  • supporta gli operatori del SSN nelle indagini epidemiologiche a seguito di epidemie di Trichinella negli animali e nell’uomo;
  • esegue i saggi sierologici per la conferma dell’infezione da Trichinella nell’uomo.


Attività di analisi:
Tabella1

Prove valutative interlaboratorio
Tabella2

Modalità di pianificazione e organizzazione delle prove interlaboratorio:
Obiettivi: Valutazione della competenza dei laboratori che effettuano controlli ufficiali sulle carni come richiesto dalla normativa europea 2015/1375
Struttura dello schema: simultaneo e singolo
Scopo: Valutazione della competenza dei laboratori che effettuano controlli ufficiali sulle carni come richiesto dalla normativa europea 2015/1375
Metodo: Normativa europea 2015/1375
Espressione dei risultati: Qualitativa e quantitativa
Tempi di consegna: Entro 3 giorni dall’invio
Invio del Rapporto individuale di PVI: Entro 7 giorni lavorativi dal ricevimento dei risultati

Il Rapporto individuale è comunicato soltanto al laboratorio partecipante.

Nel rapporto finale ogni laboratorio è identificato da un codice univoco che garantisce l’anonimato dei partecipanti. L’identità dei partecipanti a uno schema di PVI è mantenuta riservata e vincolata dal segreto d’ufficio. Qualora l'autorità competente in ambito legislativo, richieda che gli vengano forniti direttamente i risultati delle PVI, invia comunicazione scritta ai partecipanti.


Data di pubblicazione: 1 gennaio 2015, ultimo aggiornamento 22 luglio 2016

Tag associati a questa pagina: Animali selvaticiEquidiSicurezza alimentareSuiniZoonosi


Condividi:

  • Facebook