Sei in: Home > 2. Autorità competenti e Laboratori Nazionali di Riferimento > C. Misure di coordinamento > Comitato Nazionale Sicurezza Alimentare (CNSA)

Comitato Nazionale Sicurezza Alimentare (CNSA)

FONTE: Ministero della Salute

Il comitato nazionale per la sicurezza alimentare (CNSA) è un organo tecnico-consultivo in materia di valutazione del rischio che opera all’interno del Ministero della salute con l’obiettivo di coordinare le funzioni previste dal Regolamento (CE) 178 del 28 gennaio 2002 del Parlamento europeo e del Consiglio “che stabilisce i principi e i requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l’Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza alimentare”.

Il CNSA è stato istituito con il Decreto legge 1° ottobre 2005, n. 202, convertito con modificazioni dalla Legge 30 novembre 2005, n. 244; le sue funzioni e compiti sono stati sanciti dal decreto interministeriale 27 luglio 2007: Organizzazione delle funzioni in materia di valutazione del rischio nella catena alimentare del Ministro della Salute, di concerto con il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e consistono in:

- Consulenza tecnico scientifica alle Amministrazioni che si occupano di gestione del rischio in materia di sicurezza alimentare

- Formulare pareri scientifici su richiesta delle Amministrazioni centrali e delle Regioni e delle province autonome di Trento e Bolzano.

Con il decreto del Ministro della Salute 14 dicembre 2006: Individuazione degli uffici dirigenziali di livello non generale, l’ufficio IV del Segretariato nazionale della valutazione del rischio (ora Direzione Generale degli Organi collegiali per la tutela della salute- DPCM 11-02-2014, individuata quale autorità nazionale di riferimento dell'EFSA, Autorità europea per la sicurezza alimentare) ne svolge le funzioni di segreteria.

Con il DPR n.44/2013 e il successivo decreto di riordino (DM 10 aprile 2014), sono stati riorganizzati tutti gli organi collegiali operanti presso il Ministero della salute e il CNSA è stato articolato (art. 8 DPR n. 44/2013) in due sezioni:

- Sezione per la sicurezza alimentare

- Sezione consultiva delle associazioni dei consumatori e dei produttori in materia di sicurezza alimentare

unificando, pertanto, le funzioni precedentemente svolte dal Comitato nazionale per la sicurezza alimentare e quelle della Consulta dei consumatori e dei produttori in materia di sicurezza alimentare.

 

La Sezione per la sicurezza alimentare è composta da 13 esperti, nominati dal Ministro della salute, di comprovata esperienza scientifica ed elevata professionalità nelle materie attinenti alla valutazione del rischio nella catena alimentare, e in particolare nei seguenti settori:

  1. additivi alimentari, aromatizzanti, coadiuvanti tecnologici e materiali a contatto con gli alimenti;
  2. additivi e prodotti o sostanze usate nei mangimi;
  3. salute dei vegetali, prodotti fitosanitari e loro residui;
  4. organismi geneticamente modificati;
  5. prodotti dietetici, l’alimentazione e le allergie;
  6. pericolo biologico;
  7. contaminanti  la catena alimentare;
  8. salute e benessere degli animali.

La Sezione consultiva delle associazioni dei consumatori e dei produttori in materia di sicurezza alimentare (ex Consulta delle associazioni dei consumatori e dei produttori), è stata istituita con decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali del 18 settembre 2009, che ne ha stabilito le funzioni e i compiti. La consulta svolge la funzione di confronto tra istituzioni pubbliche e le associazioni dei consumatori e dei produttori in materia di sicurezza alimentare per favorire lo scambio di informazioni tra le stesse e di facilitare la capacità di scelta del cittadino per un consumo consapevole ed un corretto stile alimentare; contribuisce, infine, alle iniziative di comunicazione disposte dagli organi competenti.

La Sezione della consulta è composta da esponenti del Ministero della salute, del Ministero dello sviluppo economico, Ministero degli affari esteri, Ministero delle politiche agricole e forestali, della Conferenza Stato-Regioni, delle associazioni dei consumatori e dal CNEL (Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro) in rappresentanza delle associazioni dei produttori.

L’istituzione della Consulta, costituita con il decreto del Ministro della salute del 30 ottobre 2012, assume particolare importanza anche alla luce di quanto previsto dal Regolamento (CE) n. 178 che pone una particolare attenzione alla tutela degli interessi dei consumatori e la loro consultazione aperta e trasparente, direttamente o attraverso organi rappresentativi.

I temi affrontati nel corso delle riunioni riguardano la comunicazione e l’informazione sui rischi in sicurezza alimentare da rivolgere ai consumatori.


Data di pubblicazione: 1 gennaio 2015, ultimo aggiornamento 3 febbraio 2015

Tag associati a questa pagina: Commissioni e comitatiSicurezza alimentare


Condividi:

  • Facebook

Dai il tuo voto a questa pagina    Stelle sensibiliVoto 1 Voto 2Voto 3Voto 4Voto 5

Questa pagina non è stata ancora votata