Sei in: Home > Appendice - Sezioni regionali > Regione Lombardia > Streptococcus agalactiae - Piano di sorveglianza nel latte alla stalla

Streptococcus agalactiae - Piano di sorveglianza nel latte alla stalla

FONTE: Regione Lombardia


Macroarea: Sanità Animale
Settore: Malattie infettive
Tipologia dell'attività: 5 - Attività di controllo ufficiale a carattere regionale

Normativa di riferimento:
Attività di Controllo Ufficiale (Reg.(CE) 852/04 – Reg.(CE) 853/04 - D.lgs 193/07)


AC Regionali:
Regione Lombardia
DG Sanità U.O. Veterinaria

Ruoli:
Ente di governo con funzioni di pianificazione, monitoraggio valutazione e verifica delle prestazioni sanitarie erogate dalle ASL

 

AC Locali: 
Dipartimenti di Prevenzione Veterinari delle ASL della Regione Lombardia

Ruoli:
Programmazione ed erogazione delle prestazioni sanitarie pianificate dalla Regione


Categorizzazione degli eventuali rischi e modalità di applicazione delle categorie di rischio

Individuazione delle aziende positive al test TKT, prova selettiva per lo streptococcus agalactiae nel latte di massa .Definizione di un programma volontario di risanamento e di controllo dell’infezione

Frequenza (o criteri per stabilire frequenza)

A tutte le aziende di produzione latte della Regione verrà richiesta l’adesione ad un piano di controllo nei confronti dello streptococcus agalactiae. In esito a ciò verranno effettuati campioni di latte di massa , a cadenza semestrale da analizzare per la ricerca del patogeno.

Luogo e momento del controllo

Allevamenti di produzione latte della Regione Lombardia che aderiscono volontariamente al piano

Metodi e tecniche

Esami sul latte di massa (contestualmente al ring test)

Individuazione aziende negative, applicazione norme di biosicurezza

Individuazione aziende positive, protocollo di risanamento con liberi professionisti ed associazioni di categoria

Verifica della correttezza provvedimenti assunti

Modalità rendicontazione, verifica e feedback

Registrazione nel Sistema Informativo Veterinario degli esiti analitici. Valutazione degli indicatori relativi a :

  • Rapporto  tra aziende aderenti al piano /aziende presenti sul territorio
  • Rapporto tra aziende positive/aziende aderenti al piano
  • Confronto tra i risultati ottenuti nella fase iniziale  del progetto e controllo a distanza sei mesi


Data di pubblicazione: 1 gennaio 2015

Tag associati a questa pagina: Malattie degli animaliRuminanti


Condividi:

  • Facebook