Sei in: Home > Appendice - Sezioni regionali > Regione Lombardia > Latte - Piano di controllo nei prodotti lattiero caseari degli alpeggi

Latte - Piano di controllo nei prodotti lattiero caseari degli alpeggi

FONTE: Regione Lombardia

Macroarea: Alimenti
Settore: Sicurezza e Nutrizione
Tipologia dell'attività: 5 Attività di controllo ufficiale a carattere regionale

Normativa di riferimento:
Attività di Controllo Ufficiale (Reg.(CE) 852/04 - Reg.(CE) 853/04 D.lgs 193/07)


AC Regionali: 
Regione Lombardia
DG Sanità U.O. Veterinaria

Ruoli:
Ente di governo con funzioni di pianificazione, monitoraggio valutazione e verifica delle prestazioni sanitarie erogate dalle ASL

 

AC Locali:
Dipartimenti di Prevenzione Veterinari delle ASL della Regione Lombardia

Ruoli:
Programmazione ed erogazione delle prestazioni sanitarie pianificate dalla Regione


Categorizzazione degli eventuali rischi e modalità di applicazione delle categorie di rischio

Controllo finalizzato a verificare le condizioni igienico-sanitarie dei caseifici presenti negli alpeggi della Regione Lombardia, la qualità igienica e le caratteristiche di processo dei prodotti a base di latte ivi ottenuti attraverso la conduzione delle seguenti attività:

  • campionamento di matrici alimentari (latte crudo, formaggi, burro e ricotta) e acqua
  • controllo igienico sanitario degli aspetti strutturali e delle attrezzature, delle condizioni di lavorazione e dell’igiene del personale addetto alla lavorazione.
  • raccolta dei dati relativi ai processi produttivi

Livello di rischio assegnato ad ogni singolo impianto

Frequenza (o criteri per stabilire frequenza)

Conduzione di un sopralluogo in circa il 33% degli impianti presenti (124 strutture sulle 371 presenti).

Presso ogni impianto sottoposto a controllo devono essere condotti campioni di acqua, burro, formaggi a breve o nulla stagionatura

Luogo e momento del controllo

Caseifici in alpeggi  da giugno a settembre

Metodi e tecniche

  • Analitico: 
    • Matrici: latte crudo, formaggi, burro e ricotta, acqua
    • Parametri: microbiologici, cellule somatiche, sostanze inibenti, grasso, proteine, lattosio, pH, A
  • controllo visivo e documentale (ispezioni)

Modalità rendicontazione, verifica e feedback

Le attività di controllo e i provvedimenti adottati devono essere registrati nel Sistema Informativo Veterinario Integrato.
Verrà redatta una relazione annuale dalla U.O. Veterinaria


Data di pubblicazione: 1 gennaio 2015

Tag associati a questa pagina: Alimenti di origine animaleSicurezza alimentare


Condividi:

  • Facebook